Gli 8 sintomi di un amore in declino

Siamo tutti d’accordo nel dire che una relazione sana richiede molto impegno; a volte, però, l’impegno si trasforma in dovere, ed è a quel punto che la vostra relazione comincia a starvi stretta. Ecco alcune delle cose alle quali bisogna fare attenzione quando pensate che la vostra relazione stia arrivando al capolinea.
Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su twitter
crisi di coppia

Mentre ci troviamo in una relazione, sembra quasi impossibile anche solo pensare di doverla chiudere. Spesso, però, ci capita di ripensare ad alcuni vecchi ex e, con il senno di poi, domandarsi “ma perché diavolo non l’ho lasciato prima?”. Questo accade perché non sempre siamo consapevoli di quando è necessario chiudere un capitolo importante della nostra vita per il nostro bene; riconoscere queste situazioni, però, è la chiave per la nostra sopravvivenza emotiva.

Se state leggendo queste parole, probabilmente avete dei dubbi sulla vostra relazione; non potrò offrirvi verità assolute ma, indubbiamente, quelli che sto per elencare sono gli 8 segni ai quali dovete fare attenzione quando sentite che la vostra relazione si sta indebolendo.

Rancore

Quello che non deve mai mancare in una relazione sana è il dialogo. L’opposto del dialogo è, logicamente, il silenzio; sopportate, soffrite in silenzio, non esprimete il vostro disagio anche quando siete estremamente arrabbiati… Magari pensate di evitare discussioni inutili con il vostro partner per salvare la relazione; in realtà, state evitando discussioni molto utili, trasformando la vostra relazione in un inferno. Quando manca la comunicazione in una relazione, la riconciliazione con il partner è quasi impossibile.

Mancanza di rispetto

Abbiamo ormai compreso quanto sia importante il dialogo in una coppia ma, meglio specificarlo, le parole da utilizzare in un conflitto vanno scelte con cura. Questo significa che se il tuo partner fa qualcosa che ti dà fastidio è necessario farglielo sapere, sì, ma non insultandolo. Quando si cominciano ad usare termini forti contro il partner, significa che una parte di voi ha cominciato ad essere indifferente ai suoi sentimenti; la frustrazione prevale su qualsiasi affetto potevate nutrire nei suoi confronti.

Bugie

Mentire al proprio partner è uno dei segnali più allarmanti di una relazione al capolinea; sembra scontato, ma non lo è. Non si tratta infatti necessariamente di bugie importanti come “no, cara, non sono andato a letto con la segretaria”; possono anche essere bugie riguardo quello che avete fatto durante il pomeriggio, quello che avete comprato, cosa vi siete detti con gli amici. Questo accade perché si vuole evitare di iniziare una conversazione con il partner, specialmente se riguarda i vostri sentimenti o il vostro stato d’animo.

Pettegolezzi e lamentele

Durante i primi mesi di relazione, non vedevate l’ora di far sapere a tutti quanto foste felici insieme. Adesso è esattamente l’opposto; non perdete occasione di lamentarvi con i vostri amici di quanto questa o quella cosa che fa il partner vi fa arrabbiare, di quanto siete tristi e di quanto sia strana e fastidiosa questa o quella sua abitudine. Siete così frustrati che non v’interessa più neppure mantenere una facciata di coppia perfetta con gli amici, e quello che amavate del vostro partner ora vi disturba.

Distrazioni

Ogni partner in una relazione deve avere i suoi spazi; i suoi hobby, il suo tempo libero, quello che passa con gli amici. Questo è un sacrosanto diritto di ogni persona; il problema, tuttavia, si presenta quando vi fingete occupati pur di non stare con il vostro partner. Non sempre ve ne accorgete ma, quando date la colpa allo stress, probabilmente è proprio la semplice presenza del vostro partner a rendervi nervosi e irascibili.

Sabotaggio

Quando una relazione comincia a dare i primi segni di cedimento, inconsciamente cominciamo ad avere comportamenti che la danneggiano. Come molto spesso accade, il nostro cervello è sempre un po’ più avanti di noi; l’autosabotaggio è infatti un segno inequivocabile che ci troviamo male nella nostra relazione, ed ecco perché (sempre inconsciamente) cerchiamo di rovinarla

declino2 Gli 8 sintomi di un amore in declino

Confronti

Guarda Tizio quanto è muscoloso, dovresti andare in palestra anche tu”, o “Guarda Tipa e Tipina che bella vacanza che stanno facendo, vorrei che anche tu mi portassi in questi posti” sono frasi apparentemente innocue ma, se ripetute quotidianamente, provocano non pochi problemi alla relazione e all’autostima del vostro partner. In questi casi, anche se la vostra dolce metà andasse in palestra e vi portasse in vacanza, il vostro malcontento resterebbe; confrontare il vostro partner e la vostra relazione con quelli di altri individui è semplicemente sintomo che la situazione nella quale vi trovate vi è ormai stretta, indipendentemente dalla massa muscolare del partner o dalle mete di vacanza.

Rifiutare l’intimità

Sappiamo tutti che non avere voglia di fare sesso non è un reato e chiunque è libero di dire “no” in qualsiasi momento e situazione. Il problema si pone quando, in una relazione, uno dei partecipanti rifiuta costantemente non solo il sesso, ma anche baci, carezze, abbracci e qualsiasi altro gesto affettuoso del partner. Questo avvenimento, da solo, potrebbe essere il segnale di un problema più profondo; accompagnato ad altri dei punti di questo articolo, però, lascia poco spazio alle interpretazioni.

Per concludere, tengo a sottolineare come quasi ogni problema di questa lista sia scaturito dalla mancanza di dialogo. Ogni individuo ha una sua personalità unica, ma in una relazione è importante sapersi venire incontro; quando solo uno dei partner fa questo sforzo, è evidente che qualcosa non vada.

Se vi ritrovate nella maggior parte di queste descrizioni, è probabile che la relazione nella quale vi trovate al momento cominci a starvi stretta; il mio consiglio è quello di essere sinceri con il partner, sempre, anche se dovesse comportare litigi scomodi.

Sempre meglio tentare il tutto per tutto e, nel peggiore (o migliore?) dei casi, ritrovarvi single, piuttosto che restare in una relazione che vi fa sentire prigionieri e che non vi soddisfa più; volere il meglio per se stessi non è da egoisti.

Hai tante curiosità sull'argomento?

Condividi l'articolo con i tuoi amici

Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su twitter

Articoli correlati